Apocalypse of the Dead


Apocalypse of the Dead è un interessante horror serbo, portato in Italia in versione home video da Cecchi Gori, che punta ad intrattenere lo spettatore/la spettatrice, riuscendoci.
All’inizio, forse, impiega un po’ di tempo per ingranare e catturare davvero l’attenzione, ma, una volta raggiunto questo primo obiettivo, la pellicola si fa sempre più coinvolgente fino a giungere ad un finale spettacolare e piacevolmente adrenalinico.
Il film omaggia continuamente gli zombie-movie romeriani, “Dawn of the Dead” in particolare, non solo per la presenza del mitico Ken Foree (che compare anche come produttore associato o qualcosa di simile) ma anche per il personaggio del soldato Savini, le citazioni al supermercato (indicato come opzione di fuga da un personaggio, idea nettamente rifiutata dal resto del gruppo) etc. Inoltre, nonostante la sostanziale leggerezza dell’operazione, non manca una critica, velata al punto giusto, contro le manovre di insabbiamento operate dalle multinazionali (con riferimento a Chernobyl).

La regia, nonostante un sottile uso di riprese traballanti, è piuttosto buona, e propone anche soluzioni alquanto significative, come il monologo, verso il finale, in cui Ken Foree, parlando ai suoi compagni e alle sue compagne, guarda dritto in camera rivolgendo così il discorso a tutto il pubblico.
Positivo anche il cast, come anche i personaggi, molto intriganti; la sceneggiatura, se da un lato suscita frequentemente un senso di deja-vu, dall’altro ha il grandissimo merito di non cercare di dare troppe spiegazioni se non strettamente necessarie, evitando così di complicare inutilmente l’intreccio narrativo: degna di lode la scelta di lasciare avvolta nel mistero la figura del prigioniero-eroe.
Per il resto, la pellicola presenta una colonna sonora efficace, trucchi ed effetti speciali davvero ragguardevoli e una fotografia interessante: soprattutto, si vede che il film è stato realizzato con grande Passione, e anche solo per questo meriterebbe di essere visto.

Voto: 8

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>