Atelier Dusk Trilogy

Atelier sta sempre più diventando un titolo user-friendly che sta creando attorno a sé un ottimo seguito. Per questo anche GUST e Koei stanno ripubblicando tutti i titoli del passato in modo da offrire a coloro che si sono appena approcciati al gioco tutta una serie di titoli altrimenti inosservati.

I giochi hanno goduto di una rimasterizzazione completa, elemento che spicca soprattutto nel caso dei modelli di tutti i personaggi a schermo.
Implementata anche la possibilità di correre nelle mappe e velocizzare gli scontri con i nemici, in modo da non spezzare troppo il ritmo di gioco.

Introdotti anche i vari extra e contenuti aggiuntivi, sia gratuiti che a pagamento che sono stati rilasciati nel corso del tempo per la trilogia della serie. Non solo. Aggiunti anche alcuni personaggi inediti, costumi e aree inesplorate ricche di risorse per crafting selvaggio.

Un’ottima riproposizione per tonnellate di contenuti e tutte le correzioni necessarie a quanto visto nelle vecchie versioni per Playstation 3 e Playstation Vita, come i framedrop che ai tempi innervosivano non poco.

Il pack in questione contiene tre titoli su un arco temporale di dieci anni tra il primo che è Ayesha e l’ultimo Shallie. Escha and Logy è in mezzo, con quattro anni di distanza dal prequel.

Your ads will be inserted here by

Easy AdSense Lite.

Please go to the plugin admin page to paste your ad code.

Il gameplay è tutto basato su esplorazione, combattimento e alchimia. Quest’ultimo elemento soprattutto è molto importante dato che questa componente è alla base dell’esperienza di gioco.

Il gioco poi vede anche un’eccellente doppiaggio in giapponese e una colonna sonora veramente di livello per tutti e tre i titoli. I finali poi sono multipli, in base a quale personaggio decideremo di impersonare e a quale scelte lo porremo di fronte.
Ayesha è forse il titolo più emblematico per quello che concerne i canoni del genere e rappresenta un more of the same della formula ideata da GUST. Il gioco è anche piuttosto cupo rispetto agli altri, date le tematiche del lutto e della solitudine che accompagnano l’erborista e l’alchimista Ayesha, i protagonisti.

Escha e Lofy è il diretto sequel con tanti personaggi che torneranno a fare capolino nel gioco. In questo titolo potremo scegliere dall’inizio il nostro personaggio, compreso un personaggio maschio, scelta inedita per la serie tutta al femminile. Nel caso in cui opterete per Logy il gioco assume una piega fortemente da gioco di ruolo.
I combattimenti in questo caso sono caratterizzati da battaglie a sei personaggi, con un’organizzazione del tempo trimestrale invece che annuale.

Shallie è un ritorno alle origini con le protagoniste Shallotte e Shallistera dove la prima è molto egocentrica mentre la seconda dedita all’aiuto del prossimo.

Questo ultimo titolo rappresenta un mix riuscito, una summa delle esperienze di tutti i giochi passati con tanta spensieratezza quanta inquietudine. Il titolo per quanto concerne il gameplay cancella le scadenze di consegna nei processi alchemici, rendendo il gioco ulteriormente più accessibile.

Una grande tripletta di titoli che sono invecchiati molto bene e che sicuramente rappresentano un’ottima occasione sia per coloro che vogliono riscoprire questi grandi classici del passato sia per chi ci si approccia per la prima volta.

Voto: 8.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>