Cladun Returns This is Sengoku


In Cladun Returns This is Sengoku quello che balza subito all’occhio è che tutto è è personalizzabile quindi parte del potenziale appeal di Cladun è la sua personalizzazione. Fin dall’inizio, puoi scegliere tra un numero  molto ampio di modelli di personaggi, cambiare i loro capelli e persino decidere se farli parlare con quale tono di voce Una volta iniziato il gioco , il livello di personalizzazione colpisce livelli assurdi.

Puoi disegnare singoli pixel, puoi creare connessioni relazionali tra i tuoi personaggi che non hanno alcun impatto sul gameplay e puoi perfino creare la tua musica personalizzata. C’è già una notevole quantità di sforzo in una vasta gamma di armi, nemici e musica. Puoi anche scegliere tra musica in stile retrò e moderno, e la colonna sonora è davvero fantastica – una fusione di strumenti classici giapponesi e battiti d’azione. La pixel art è ottima per questo stile di gioco.

Si potranno sfruttare quindi i set già preconfezionati. Sei tu a controllare un personaggio, a hackerarlo e tagliarlo tra i mostri, ma, tra i dungeon, devi gestire “Magic Circles”. Il concetto alla base di questo è che assegni un Lord, che usi per combattere, e Vassals, che servire come membri del partito di sostegno.

Devi selezionare una configurazione che ti dia slot in cui posti gli oggetti per darti modificatori e abilità. Le armi hanno una statistica di “attacco” e una “forza”, ed è difficile dire quale sia la vera differenza. Ci sono una grande varietà di nemici e trappole, ma opzioni un limitate per gli attacchi. Puoi fare un attacco normale o puoi fare un attacco speciale. Gli attacchi speciali sono a corto di mana abbastanza rapidamente, quindi sei bloccato a schiacciare lo stesso pulsante più e più volte.

Gran parte del gioco si verifica quindi tra i dungeon, quando si personalizza la festa per essere la migliore possibile. Ci sono anche due diversi tipi di dungeon generati a caso attraverso i quali macinare alla ricerca del bottino più scelto. C’è anche un numero enorme di PNG con cui puoi andare in giro e parlare.

Il titolo raggiunge ciò che si prefigge con un’apparente abbondanza di sforzi da parte degli sviluppatori. Si concentra sulla personalizzazione, l’attenzione ai dettagli e una formidabile ossessione per le statistiche.

Voto: 7.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>