Deponia Ps4


Il primo capitolo di Deponia uscì all’incirca quattro anni fa, l’avventura grafica di Daedalic che ha rinverdito il genere del punta e clicca su Pc.
Si sono succedute poi un secondo e un terzo capitolo e poi la trilogia sembrava essersi risolta e conclusa.
Ma per la gioia di tutti i possessori di console il gioco nel suo primo capitolo arriva su Playstation 4 e quindi vedremo come si comporta con l’utilizzo di un joypad invece che con mouse e tastiera.
Il gioco comincia a Kuvaq, una città che assume i contorni di un’immensa discarica a cielo aperto con rifiuti e rottami ovunque. Il protagonista del gioco è Rufus, giovane pieno di speranze che ha deciso di lasciarsi tutto alle spalle.
Finalmente il suo piano sembra funzionare per riuscire a scappare attraverso le fogne ma in questo modo si incontrerà con Gal, una ragazza che viene perseguitata da un’organizzazione misteriosa ma altrettanto minacciosa.

Il gioco ha un’impronta molto simpatica e scanzonata con dialoghi sopra le righe e personaggi quasi caricaturali. Tutto questo ricorda in massima parte le grandiose avventure di LucasArts degli esordi.
Il doppiaggio in italiano poi è un vero e proprio fiore all’occhiello dell’intera produzione.
La storia nonostante gli aspetti caricaturali rimane sempre molto intrigante e misteriosa e quindi vi spingerà a giocare il gioco fino in fondo.
L’unico difetto è che essendo il primo capitolo di una trilogia il gioco nei titoli di coda vi lascerà con parecchia voglia di capire che cosa succederà poi. La volontà degli sviluppatori però è quella di proseguire con la trasposizione su console di quest’ottima serie di avventure grafiche e perciò auspichiamo che anche il secondo e il terzo capitolo arriveranno molto presto per capire  che cosa succederà poi.
Dal punto di vista grafico il titolo ha uno stile da cartoon molto interessante e che è ricco di personalità. Le animazioni sono tutte molto fluide e ben realizzate.
Per quanto riguarda la giocabilità il gioco vede un cambio di passo dall’uso del mouse all’uso dell’analogico sinistro per controllare il personaggio e R1/L1 per illuminare un determinato oggetto e X per interagirci. Un compromesso accettabile che riesce a rendere godibile un’avventura grafica anche su console.

Il gioco è abbastanza difficile dato che non regalerà alcun suggerimento e sarà sempre importante risolvere degli enigmi ambientali in base alla combinazione che potremo tentare. Anche l’interazione con i vari personaggi sarà sempre importante.
Dovremo sempre pensare fuori dagli schemi e trovare soluzioni molto originali per risolvere gli enigmi, così come prestare grande attenzione agli scenari che ci ritroveremo attorno.
Un gioco che è invecchiato in maniera ottima  e che arriva su console in forma smagliante. Chi non ha avuto modo di giocarci su Pc non avrà più scuse per sfruttare a pieno questa conversione. 

Voto: 8.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>