In Between

In Between per Tedesco sviluppatore Gentlymad è una splendida 2D-Based, story-driven puzzle-platform, dove si gioca come il protagonista imminente morte riflettendo sulla sua lotta per l’esistenza. Inutile dire che in mezzo è un gioco incredibilmente pesante, il protagonista spesso in discussione il suo scopo e posto nel mondo tra e durante i numerosi enigmi complicati il ​​giocatore avrà bisogno di superare. Una delle caratteristiche di In Between deve essere che sia gameplay surreale – molto simile a Eppur si muove e ricorda Braid, il gioco si basa sul lettore di manipolare le leggi fisiche dell’ambiente per assicurare la vittoria. Partendo con semplici compiti di familiarizzare il giocatore con la capacità di piegare le leggi di gravità, il gioco lentamente rampe fino alla difficoltà a un punto in cui ogni puzzle test strenuamente problema del giocatore capacità di risolvere. Il gioco spesso prende il lettore dal suo layout standard per condividere uno dei molti ricordi dei protagonisti, esperienze o, forse, rimpianti, che sono poi integrato perfettamente nel gameplay. Il sottile integrazione di storia e gameplay è sicuramente una delle caratteristiche principali di fare tra le esperienze innovative e coinvolgente che è. La storia e concetti dietro il gioco non è riuscito né a stupire me durante il mio primo playthrough. Partendo il lettore in un ospedale, il gioco esplora lo studio delle tanatologia – i tratti fisici e psicologici trovati durante la morte. Il protagonista vive la sua vita lampeggia davanti ai suoi occhi in frammenti tra le innumerevoli enigmi surreali, mettendo in discussione il suo scopo e il significato di quello che ha raggiunto nel corso della vita.

Simile a Limbo, queste rivelazioni narrativi si riflettono nel gameplay, il generale atmosfera post mortem riflessa attraverso gli ambienti misteriosi e sterili il giocatore deve attraversare. Sarei disposto a cancellare l’esistenzialismo come superficiale profondità in molti altri casi probabili, ma In Between riusciti ad eliminare i miei pregiudizi attraverso la sua narrazione mastercrafted, il ritmo e l’armonia tra gameplay e la direzione narrativa avermi dato poco altra scelta che perdere totalmente me stesso nel mondo di gentlymad. Vorrei lottare per ottenere attraverso una revisione di un gioco così stilizzato senza dare una menzione d’onore per l’estetica di In Between. I calci piazzati e folletti del gioco sono “dipinti a mano” da parte degli sviluppatori, e fare per un grande stile arte che convive armoniosamente con tutto il tono surreale. La colonna sonora davvero commovente da Daniel Denne, Tom Stoffel, Marat Schacht e Stephan Wirth è anche fantastico, e ha fatto in poche colonne sonore di giochi d’elite che ho ascoltato ricreativo. Esso segnala sottilmente cambiamenti nel tono del gioco – dalla pace totale, di inconsapevole, al conflitto, la colonna sonora del gioco e complimenti esiste come un grande prodotto in sé e per sé. A volte, tuttavia, il platform di In Between può sentire un po ‘goffo e lento, che porta ad un accumulo di frustrazione inevitabile come il riavvio di un livello per la centesima volta. Il gioco sfiora anche l’equilibrio tra l’essere impegnativo e frustrante, più spesso di quanto mi piacerebbe che ho trovato la scarsità di posti di blocco costringendomi a riprodurre una parte enorme del livello. Considerando che in mezzo è spesso un gioco di tentativi ed errori, questo è stato particolarmente frustrante nei livelli successivi. Ad ogni modo, mi sento come se la maggior parte delle mie rimostranze rivolte a In Between non sono altro che nitpicks – chiudo la revisione con una raccomandazione cordiale meritato per tutti quelli che non hanno di dare In Between un andare, è un fantastico, impegnativo e sinceramente interessante gioco che sono felice che ho avuto il piacere di giocare.

Voto: 9

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>