Kingdom Hearts HD 2.8: Final Chapter Prologue

Il celebre franchise che vede combinare assieme il meglio degli elementi Square Enix e Disney arriva al capitolo ibrido 2.8, ossia una sorta di raccolta di precedenti incarnazioni rimasterizzate ad hoc, in modo che anche i possessori di nuove console possano finalmente apprezzare quest’autentica perla.

Nel complesso in questa esaustiva raccolta avremo a disposizione Kingdom Hearts Dream Drop Distance HD, Kingdom Hearts 0.2 Birth By Sleep A Fragmentary Passage e Kingdom Hearts Chi. E’ consigliabile quindi giocare i capitoli in ordine cronologico in modo da comprende al meglio i delicati passaggi della trama.

Dal capitolo Chi nato in Giappone nel 2013 e poi arrivato nel 2016 su mobile possiamo comprendere lo scenario di gioco prima della Guerra dei Keyblade quando la potente X Blade venne frantumata in schegge di luce e buio.

Il gioco è diventato quindi un’ottima cutscene con la grafica di gioco che amplia la storia delle Veggenti e della continua sete di Xenahort per il potere.

Successivamente in Birth By Sleep possiamo familiarizzare con i tre apprendisti Aqua, Ventus e Terra a confronto con il loro maestro e perché Terra han nel suo destino un futuro minaccioso, Ventus piomba perennemente in un sonno profondo e Aqua si smarrisce nelle tenebre.

Your ads will be inserted here by

Easy AdSense Lite.

Please go to the plugin admin page to paste your ad code.

A Fragmentary Passage vede questa fase come incipit con la nostra alter ego smarrita nelle tenebre. Partiamo da un invidiabile livello 50 e perciò potremo vivere un gameplay abbastanza agile e veloce. La grafica basata sull’Unreal Engine 4 fa il resto con una particolarizzazione degli ambienti realmente eccellente e una fluidità d’azione incredibile. Un’autentica gioia per gli occhi insomma.  Essendo a un livello così avanzato Aqua sfrutta tutta una serie di mosse prese dai capitoli precedenti come la Barra Focus e il Flowmotion, con cui potremo stendere i nemici con raffiche di colpi rapidissime oppure muoverci negli ambienti in maniera rapidissima.

Nel caso in cui non siate proprio avvezzi alla serie avrete a disposizione un ottimo  tutorial che vi darà i rudimenti necessari per svolgere al meglio i vostri compiti. Estremamente consigliato soprattutto se in futuro vorrete affrontare l’avventura a livello esperto.

Dream Drop Distance viene dopo il secondo capitolo dove Sora e Riku studiano per diventare maestri del keyblade. Il gioco è una conversione dei capitoli 2012 usciti sulle portatili Nintendo dove affrontavamo i Divorasogni. Bella anche l’idea di introdurre nella storia gli elementi spiriti con cui approfondire anche la storia dei supporter oltre a quella dei protagonisti veri e propri. Potremo quindi prenderci cura dei nostri spiriti positivi e sviluppare con essi dei simpaticissimi minigame. Il tutto, per replicare quanto visto su 3DS, con il tasto touch del controller del nostro joypad.

In fase più avanzata potremo anche sfruttare la funzionalità tuffo, con cui passare liberamente da un mondo all’altro a caccia di bonus.

Un ottimo antipasto insomma in vista del terzo attesissimo capitolo, in modo da placare la fama di tutti gli aficionados della saga.

Voto: 8.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>