Milanoir


I poliziotteschi sono forse uno dei generi in cui il nostro paese eccelle a livello cinematografico e che ci ha resi molto popolari nel resto del mondo.
Capolavori del genere come Milano Calibro 9 con Gastone Moschin hanno letteralmente fatto la storia del cinema ed era finalmente ora che qualcuno si occupasse di una degna trasposizione cinematografica di questo filone.

I ragazzi di Italo Games hanno deciso di raccogliere questo pesante fardello e dobbiamo proprio dire che tutti gli sforzi e le attese sono valse a qualcosa.
Il gioco è sbarcato su Pc, Playstation 4 e anche Nintendo Switch e in men che non si dica vi riporterà in quelle fumose atmosfere meneghine tra parolacce, sparatorie e fughe sui navigli.

Il protagonista è Piero Sacchi un killer della Ligera che deve spostarsi per la città agli ordini del boss Lanzetta che gli da di volta in volta ordini in un bar con tanti biliardi e tanto fumo.

Piero è molto bravo e per questo si attira le antipatie di altri scagnozzi come ad esempio il torinese. Viene così venduto alla polizia da qualche suo ex amico e quindi, dopo una casanza a San Vittore di qualche periodo, esce smanioso di vendetta. Deve fare attenzione però dato che sono in molti a volerlo ancora togliere di mezzo.

Your ads will be inserted here by

Easy AdSense Lite.

Please go to the plugin admin page to paste your ad code.

Al nostro fianco però potremo contare su ottimi alleati come ad esempio Ciro. Il tutto in una Milano ricostruita alla perfezione passando dai già citati navigli, al parco Lambro, a Porta Venezia fino all’immancabile Duomo. Il tutto all’insegna della vendetta per trovare l’infame che ci ha venduto agli sbirri.

Il titolo vede un largo uso della pixel art con fondali e texture realizzate ottimamente.
Grandiosa l’ambientazione della Milano anni Settanta con luoghi storici ricreati alla perfezione e mezzi dell’epoca come le Giulie o le Alfette della polizia.

Il gameplay è quello tipico di uno stick shooter in due dimensioni con tanto piombo e quindi tanta frenetica azione ma anche alcune fasi stealth molto ben congegnate.  Potremo anche interagire con l’ambiente circostante come giocare di spobnda con i vari cartelli per deviare i proiettili nelle sparatorie.

Il gioco è piuttosto difficile dato che non ci sono checkpoint o salvataggi di sorta quindi una volta morti dovrete praticamente rifare un livello daccapo.
Ottima la storia naturalmente come già detto così come la caratterizzazione dei vari personaggi, ognuno con peculiarità spiccate. Grandioso poi il comparto sonoro, sempre d’atmosfera.

Buona la longevità sulle otto ore anche se data la difficoltà probabilmente ci impiegherete molto di più a terminare l’intera avventura.

Italo Games ha fatto centro e si spera che il futuro ci riservi tanti nuovi giochi così interessanti da questo team talentuoso.

Voto: 8.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>