MXGP 2019

Milestone ritorna con il suo ottimo simulatore di campionato di motocross. Un gioco oramai consolidato che anno dopo anno macina successi e in ogni sua incarnazione porta qualche miglioria a una formula che è vincente.

Il gioco continua sul solco della tradizione anche se è stata messa sul piatto più di una novità interessante.

L’editor per esempio rappresenta un’ottima introduzione che mutua le stesse dinamiche che avevano già colpito positivamente in un titolo similare come Monster Energy Supercross.  Potremo sceglie l’ambientazione tra il deserto, la riviera e il bosco.
Potremo quindi cominciare editando il nostro pilota da zero in tutto e per tutto, dall’aspetto estetico, alle caratteristiche, fino alla scuderia e altre varie personalizzazioni minori.

Successivamente potremo cimentarci in gara, oppure provare una stagione intera o ancora la classica competizione a tempo.
Potremo quindi cominciare a vincere punti prestigio con i risultati che otterremo in pista e quindi potremo spenderli in seguito per migliorie al mezzo.

Il titolo è completamente licenziato per quanto concerne i campionati MX2 e MXGP, quindi ritroveremo tutte le scuderie, le location e i piloti più famosi per entrambe le categorie. Le piste sono ben 17 mentre i piloti 35.

Potremo anche fare pratica in modalità Playground dove potremo esplorare le piste e intraprendere una serie di attività che ci verranno mano a mano proposte.

Your ads will be inserted here by

Easy AdSense Lite.

Please go to the plugin admin page to paste your ad code.

Sono presenti anche molte sfide a difficoltà crescente come i Waypoint ossia dei tracciati con checkpoint che potranno essere superati solo se si utilizzerà estrema precisione. Questo tipo di minigare potranno anche essere modificate dagli utenti e quindi condivise con la community.

Presente anche il multiplayer, nella stessa modalità dei giochi passati. Potremo creare una lobby privata o giocare una partita veloce con un massimo di 12 avversari compresi piloti controllati dal computer.

Il gameplay è ricalcato anch’esso sul passato, nella maniera in cui equilibrio e bilanciamento della moto sono realmente tutto, soprattutto a livello di dossi e salti.
E’ molto facile infatti finire fuori pista o cadere rovinosamente nel fango se non seguiremo le traiettorie giuste. Ecco perché lo scrub tramite levetta destra sarà fondamentale. Potremo quindi migliorare sia la stabilità che la velocità in uscita da un salto particolarmente ardito.

Ottime e complete come sempre le opzioni di messa a punto del proprio mezzo che vanno dal settaggio dei rapporti, delle sospensioni, delle ruote e di tutti gli altri aspetti fondamentali del mezzo.

Il comparto tecnico è ancora una volta basato sull’Unreal Engine 4 che garantisce 30 frame al secondo. Buono anche il comparto sonoro con una campionatura fedele dei rumori delle varie moto presenti nel gioco.

Un more of the same che non delude, soprattutto nel caso in cui siate degli estimatori delle precedenti incarnazioni del franchise.

Voto: 8

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>