Nba 2k19

Visual Concept è tornata a colpire più forte che mai.
Il titolo infatti fa esperienza del passato per migliorarsi sempre  e riesce a farlo in maniera assolutamente costante.

Oramai il titolo è un vero e proprio punto di riferimento per tutti e il campione che finisce in copertina è destinato a diventare un’autentica leggenda.

La campagna quest’anno ci vede nei panni di Al, un talentuoso giocatore che, a causa del suo caratteraccio, viene spedito in Cina a fare gavetta per poi ricominciare in America dai gradini più bassi della G-League. Tutto è basato quindi sul sudore e sulla gavetta.

Il taglio della storia è adulto e meno stereotipato che in passato con un senso di realismo molto più profondo. Potremo anche decidere se passato il Prologo vorremo continuare con i dettagli della storia oppure dedicarci al cento per cento esclusivamente alle varie gare su parquet senza contorni di trama.

Belle le implementazioni operate anche al discorso quartiere. Ci troviamo come su una piazza in cui tutti luoghi sono facilmente raggiungibili e potremo anche girare in skate per raggiungere con facilità i vari punti di interesse. Interessante la trovata di alcuni sottogiochi come la palla avvelenata. I menù sono anch’essi stati resi molto più snelli.
Per ccompiere alcune attività dovremo necessariamente riscattare bonus oppure giocare al campetto o fare esercizi in palestra.

Your ads will be inserted here by

Easy AdSense Lite.

Please go to the plugin admin page to paste your ad code.

Passi da gigante nelle microtransazioni con la possibilità di guadagnare molti VC con il gioco in game. Nella palestra della squadra potremo anche migliorare più in fretta le nostre stats.

Dovremo impegnarci per migliorare i nostri archetipi e quindi ottenere in partita dei bonus speciali per gli sforzi ottenuti nell’allenamento intensivo in rimbalzi o passaggi ad esempio. Dal momento in cui sbaglieremo il bonus sottoforma di palla arancione sparirà, come succede in Nba Jam.

Introfotta La mia Squadra che pesa a piene mani da Ultimate Team di Electronic Arts con i pacchetti di carte con cui costruire il proprio quintetto e partecipare a varie tipologie di torneo. Ritornano senza troppi cambiamenti anche Il mio GM e la mia Lega con cui potremo anche giocare i vecchi giocatori invece delle rookies.

Grandi miglioramenti in game per quanto concerne la fisica con contatti precisi e l’allungamento delle braccia in maniera automatica per gli intercepts. Ottima anche la rappresentazione del palleggio nettamente migliorata.

Il motore grafico è stato ripulito ancora di più e alcune animazioni sopra le righe tagliate di netto dalle azioni. I giocatori sono identici alla realtà come sempre perfino nelle movenze. Grandioso anche il commento a sottolineare le azioni affidato a Shaquille, The Jet e Ernie Johnson.

Il re come ogni anno si siede sul trono e nessuno può competere.

Voto: 9

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>