Operation Babel New Tokyo Legacy


Ancora una volta, l’Operazione Babel è un cingolato di dungeon che ricorda la serie Wizardry. Tutto è sperimentato da un punto di vista di prima persona, dall’esplorazione della dungeon alle battaglie alle scene di storia – che consistono in gran parte di arte dei personaggi e caselle di testo. Le probabilità sono se state leggendo questa recensione, probabilmente già sapete cosa aspettarsi qui.
Babel è un sequel diretto di Abyss, con gran parte degli stessi cast di personaggi che tornano. Anche se era solo due anni fa, non riuscivo a ricordare quello che è successo nel precedente gioco, ma risulta che non è davvero troppo importante qui. Il conflitto questa volta è per lo più non correlato, anche se ci sono alcuni callback qui e là.
Questi tipi di pezzi narrativi non sono certamente il traguardo principale di questo genere. Funziona abbastanza bene come base di base per combattere e la dungeon strisciare, ma è in questo.
La creazione di caratteri, le meccaniche degli oggetti e i sistemi di progressione potrebbero sembrare inutilmente ottusi e contorti. I cingoli di Dungeon tendono a favorire la flessibilità per la facilità d’uso, in modo che la curva di apprendimento può certamente prendere un po ‘di abitudini.
L’operazione Babel, come il suo predecessore, non si impegna in alcun modo come usa un gergo specifico del gioco per quasi tutto. Le classi sono “Codici di sangue”, la valuta è denominata “Punti di crescita”, il tuo inventario è il “sotto-disco”, per comprare qualcosa è quello di “emettere”, ecc. Così non solo i giocatori devono capire gli ins e Fuori della meccanica creazione reale, devono anche capire quali sono le prime discussioni che i tutorial stanno parlando.
Se hai giocato Operation Abyss, tutto funziona esattamente lo stesso con una nuova aggiunta. Adesso puoi dare ad ognuno dei tuoi personaggi un codice secondario di codice di sangue, permettendo loro di acquisire una seconda serie di abilità oltre alle loro abilità primarie. È una piccola aggiunta che dà al giocatore un po ‘più spazio per sperimentare senza aggiungere troppa emicrania.
Personalmente, una cosa che mi attira particolarmente a questi tipi di crawler della dungeon è come gestiscono il coordinamento dei partiti. Mi sento troppo spesso in RPGs che in ultima analisi puoi contare su un personaggio sovrastampato, forse una abilità sopraffatta, un’apparecchiatura super, o qualche altra cosa.

In alternativa, spesso si può semplicemente affidarsi a sovraintegrazione per superare qualsiasi sfida che ti viene offerta.
L’operazione Babel non è un gioco terribilmente difficile, ma richiede una pianificazione e una strategia se si desidera evitare lo schermo di Game Over. Sapere cosa ogni codice Blood Code può fare e come contribuire a combattere è incredibilmente importante per capire, più che altri tipi di RPG.
Ogni membro del partito è legittimamente cruciale, soprattutto quando si affronta contro le creature del boss di tarda o post-gioco. Il personaggio del cavaliere assorbe i danni e prende colpi al posto del resto del partito, l’Accademico gestisce costantemente il calibro di Unità (per le capacità di partito) mentre si occupa anche di alcuni effetti di stato, il medico è il tuo guaritore primario ma gestisce anche il tuo partito Precisione ed evasione. Diversi tipi di commercianti di danni – come Samurai, Warriors e Archers – diventano anche univocamente utili in diversi formati di battaglia a seconda dei numeri ei set di abilità.
Il gioco delle tante e diverse abilità del codice del sangue è il punto cruciale del combattimento nell’operazione Babel, simile ad altri giochi del genere. Più meglio è possibile coordinare i tuoi personaggi, e meglio sapete come bilanciare la tua squadra, il momento più semplice che avrai.
La progressione principale durante l’Operazione Babel è abbastanza tipica. Il vostro partito è incaricato di esplorare vari dungeon (chiamati “abissi”) di solito per trovare qualche nemico misterioso o mostro. Durante questi sotterranei, troverai elementi di puzzle come i percorsi unidirezionali, i puzzle di porta, le stanze di ordito e le trappole. Qui si incontrano anche i nemici, le varianti ostili.
Una volta che hai una maniglia sul tuo partito, il progresso attraverso il gioco diventa un po ‘più semplice. Navigate nei labirinti, prendete Variant, accendete la tua squadra e dirigetevi verso il prossimo obiettivo. La scansione della prigione è soddisfacente abbastanza, con un adeguato livello di difficoltà e abbastanza torsioni e turni nei labirinti per mantenere le cose Interessante senza diventare troppo sovrastato.
Per coloro che vorrebbero sfidarsi, l’Operazione Babel ha una notevole quantità di contenuti post-gioco duri. Mentre un sacco di esso si riduce a rifondare i capi precedenti che sono ora alimentati, non c’è carenza di difficoltà se si decide di giocare oltre il roll di crediti.
Come un cingolato di dungeon, l’Operazione Babel è fondamentalmente più-di-the-same. È una voce competente nel genere, anche se non è un tema molto terribile. Gli appassionati di cingoli di dungeon non temono di aggiungerlo alla loro collezione, ma certamente non si distingue dal resto.

Voto: 7.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>