Ray Gigant Ps Vita


Cosa succede se film di mostri giapponesi avevano sviluppato seguendo le 2011 terremoti giapponesi, piuttosto che sulla scia dei bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki?
Ovviamente ci sono alcuni problemi con l’idea, non ultimo dei quali è il fatto che questo gioco, con tutti i suoi mostri giganti, deve certo grado di debito per l’eredità di Godzilla e tutti i suoi giganteschi amici. Eppure, con tutti i primi discorsi del gioco dà ai personaggi a parlare di dove si trovavano quando le prime ondate di colpo la distruzione, non è difficile per disegnare lo stesso tipo di connessioni tra il terremoto e Ray Gigant che le persone erano in grado di tracciare tra l’atomica bombe e film di panico nucleari che ha avuto origine negli anni ’50.
Tu e il tuo party state  attraversando un dungeon gigante, uccidendo mostri in battaglie a turni e cercando di decollare le statistiche il più rapidamente possibile in modo che non si ottiene insta-ucciso dal boss in attesa per voi alla fine del livello. Certo, una volta raggiunto detto capo, il gioco fa alcune cose interessanti, come un minigioco basato sul ritmo, che alza la forza dei tuoi attacchi e una prova di forza multi-livello che richiede di pensare a come si desidera distribuire i vostri attacchi tra i membri del team, ma un paio di minuti di innovazione non compensare come generico il resto del sistema di battaglia è.

Si può sentire parlare di come Ray Gigant rappresenta un approccio semplificato per il DRPG, e che è molto più facile che giochi usuali di Acttil. Non credete questo – o, per lo meno, non si aspettano che a dire si tratta di un gioco particolarmente facile. Non importa quanto semplificato Ray Gigant può sembrare ai veterani della scena, è ancora piuttosto difficile a meno che non si vuole mettere in tempo e costruire tutti i tuoi personaggi.
Naturalmente, questo riconduce al problema principale del gioco, che è che la costruzione i tuoi personaggi intrinsecamente significa permettendo loro di vivere per vedere un’altra sequenza di dialogo o cutscene – e più si vede di loro in quelle sequenze e scene, meno si vogliono lasciarli vivere.

Voto: 7.5

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>