Ride 2

Milestone oramai è un’autentica garanzia nel campo video ludico. I suoi titoli legati alle due e alle quattro ruote sono diventati un vero e proprio must per tutti gli amanti del genere. Dopo quasi due anni dal primo capitolo la software house milanese ci propone la seconda incarnazione del suo franchise Ride, ossia una vera e propria Bibbia per tutti gli amanti delle due ruote. Un titolo che fa esperienza del passato e migliora le pecche del primo capitolo e si candida a diventare una sorta di Gran Turismo del motociclismo. Un grosso passo avanti su tutto.
Milestone è riuscita ad ampliare un titolo già vastissimo e ricchissimo di per sé ancora di più. La qualità traspare già dal menù di avvio che rappresenta un cruscotto di un veicolo a due ruote che prende vita. I menù sono rapidi e fluidi molto più che in passato. Potremo anche avere una visione approfondita di tutto il parco moto a disposizione che è veramente vastissimo e potremo così ammirarne la bellezza e la ricostruzione così come analizzarne tutte le maggiori caratteristiche.

Il parco moto dicevano è veramente spropositato, grazie anche alle nuove categorie ovvero le due tempi, le cafè, le supermotard che fanno toccare il totale a più di duecento motociclette.
Troveremo tutti i brand più famosi dalla BMW, alla Suzuki, Honda, Yamaha, Aprilia, Ducati fino alle new entry di Cagiva e Husqvarna. Ricordiamo comunque che le sorprese non sono certo finite grazie al Season Pass potremo espandere ulteriormente questo già ricco numero di mezzi. Fino a luglio 2017 avremo molto con cui sbizzarrirci!
Anche i circuiti sono praticamente raddoppiati rispetto al passato, dato che ne avremo quasi 30, con aggiunte molto interessanti e pittoresche come il Nurbungring Nordschleife o l’Ulster Gp. Ottima anche l’aggiunta dei circuiti italiani per le supermotard. I circuiti mondiali poi godranno della diversità meteorologiche, cosa che andrà ad influire molto positivamente sul divertimento e sulla giocabilità.
Grandi novità anche sul fronte personalizzazione dove potremo fare affidamento su oltre 1200 pezzi ufficiali per customizzare il proprio bolide e anche 800 capi d’abbigliamento per il biker. Potremo anche elaborare sedici modelli per le gare pro racing per renderli dei veri e propri mostri.
La modalità single è il cosiddetto World Tour, dove dovremo arrivare sul tetto del mondo partendo dalla posizione numero trecento del ranking mondiale.
Tutti gli eventi sono caratterizzati da cutscene di livello molto elevato e la difficoltà è progressiva con un ottimo bilanciamento. Vengono sbloccati anche delle sorte di eventi speciali in cui si potrà partecipare a condizione di avere sempre il mezzo adatto a disposizione. Le modalità sono poi diventate quindici con gare veloci, endurance e le canoniche time challenge.
Ottime e divertenti le introduzioni di “traiettoria perfetta” in cui dovrete appunto condurre una gara perfetta attraverso i coni e poi Squadra vs Squadra dove due squadre di quattro piloti ognuna dovrà realizzare il punteggio migliore per prevalere. Senza poi contare le sfide giornaliere in cui guadagnare i vari token da investire successivamente nella sezione Bonus.
Buono anche il multiplayer sia in split che in online, fino a dodici giocatori contemporaneamente.
Il modello di guida ricalca quanto visto in passato e quindi si presenta in tre modalità da quello più arcade fino al pro. La fisica e la differenza fra classi e modelli si sente eccome, tutto a favore del realismo. Con l’assegnamento poi dei punti precisione saremo sempre più incentivati a fare del nostro meglio.
Ride 2, dal punto di vista tecnico, ricalca anche per questo aspetto il primo capitolo anche se con miglioramenti molto importanti. Grandiosa l’illuminazione, la qualità dei modelli dei mezzi e la grande fedeltà nei riflessi.
Il nuovo ennesimo centro firmato Milestone.

Voto: 9

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>