Sebastian Loeb Rally EVO


È ormai risaputo che purtroppo Milestone ha perso la prestigiosa licenza del rally mondiale, in favore della concorrenza WRC 5 di Kylotonn Games uscito lo scorso ottobre. Milestone però, come asso nella manica, si è accaparrata la licenza legata a un vero e proprio campione del genere, ossia Sébastien Loeb. Con questa ha quindi realizzato un gioco interamente costruito attorno al pilota francese, cosa evidente fin dai primi menù di gioco. Le modalità di gioco spaziano dalle gare veloci, alla carriera, fino al multiplayer, naturalmente. Potremo anche cimentarci in tappe rally, rally cross e scalate a tempo della Pikes Peak.
Per quanto riguarda la modalità carriera, è composta da una selezione di eventi con gare singole o tappe collegate l’una all’altra secondo un filo logico, un po’ come succede proprio nel rally. Le varie prove variano tra loro in base ai veicoli che ci ritroveremo a controllare sugli sterrati. Il parco macchine è molto ampio e spazia dai veicoli degli anni Settanta fino a quelli più moderni. Se acquisteremo un determinato veicolo potremo entrare in una competizione praticamente a costo zero, ma potremo anche affittare auto di volta in volta e quindi prendere parte alle gare che hanno i premi più sostanziosi. Tale scelta ci metterà però a rischio, dato che perdendo la gara perderemo anche tutti i soldi che avremo utilizzato per l’affitto. Vincere le gare, oltre che permetterci di accumulare soldi, farà incrementare la nostra reputazione che rappresenta un po’ la seconda valuta di scambio di tutto il gioco. Sono infatti presenti delle gare legate al campione francese che diventeranno disponibili solamente se il nostro grado di reputazione sarà sufficientemente alto. In Sébastien Loeb Rally EVO, abbiamo inoltre la tappa più divertente e spettacolare del Rally, Pikes Peak. In questa modalità possiamo affrontare a tappe oppure per intero la vera sfida vinta da Sébastien Loeb, battendo il suo record e vincere i prototipi delle fantastiche Peugeot fino alla Peugeot 208 T16 Pikes Peak. Potremo in questo modo ripercorrere virtualmente tutte le tappe della carriera di Sebastien, dal 1998 fino a oggi, con tutti passaggi dalla Saxo alla Xsara tra il 1998 e il 2005, alla C4 e DS 4 tra il 2007 e il 2014.

È presente anche il multiplayer anche se come modalità non è molto profonda. Potremo infatti affrontare varie tappe contro avversari umani in lobby create appositamente per questo scopo. Dovremo quindi sostanzialmente gareggiare contro il ghost degli avversari anche se in questo caso il ghost è comunque  poco trasparente, e quindi potrete confondervi con più modelli presenti a schermo. Per un approccio più arcade potremo provare il rallycross, dove trionfano le sportellate e la tecnica di guida viene parzialmente messa da parte in favore dello spettacolo puro.
Tutte le macchine più celebri di questo sport sono presenti: dalla Lancia Stratos, alla Impreza fino alla Celica e alla Lancer. Il gioco è piuttosto difficile, soprattutto nelle piste più complicate come quelle della innevata Svezia o sullo sterrato australiano, dove anche i più esperti tra voi potranno trovare pane per i loro denti.
Il modello di guida è quello di un simularcade ottimo per il pad anche se con un volante il coinvolgimento sarà tutta un’altra cosa.
Per quanto concerne il comparto tecnico è notevole la varietà dei paesaggi nelle varie piste ma un po’ meglio sarebbe potuta essere forse la fisica.
Concludendo, Sébastien Loeb Rally EVO è un buon gioco di rally che però forse non soddisferà completamente gli amanti della simulazione pura.

Voto: 8

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>