The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel


Se ho detto la frase “Nihon Falcom,” la maggior parte delle persone non avrebbe battuto ciglio meno che non fossero un ventilatore JRPG devota. Portando il suo franchise più piani, Ys, però, è una storia diversa. Mentre non è necessario per godere Cold Steel, è probabilmente importante sapere dove il gioco si trova entro i confini della serie esistenti. Si svolge durante lo stesso periodo di tempo, come sentieri per Azure e sentieri a zero, ma in una posizione diversa – l’Impero Erebonian. Anche se non ho giocato le citate solo in Giappone i titoli, vale la pena notare che non c’è bisogno di aver giocato quei giochi, come il background è abbastanza chiaramente spiegato. Con quella di mezzo, troverete un sacco di meccanica familiari all’interno dei primi minuti di gioco. Cold Steel è un JRPG tradizionale tutto e per tutto, con l’esplorazione 3D campo, un sistema di combattimento strategico a turni, e lunga esposizione dialogo. La narrazione questa volta incentrata su “Class VII”, una banda di personaggi che si occupa letteralmente con alcuni temi classiste, come il gruppo è composto da individui ricchi e poveri. Come l’unica classe che non è separata da ricchezza, troverete una serie di diverse personalità come si affrontano con i propri demoni e la trama generale – la guerra civile, e nemici mecha-based chiamato arcaici.

Per quanto riguarda la storia stessa, ero un po ‘mescolato a giocare attraverso di essa, dovuto in gran parte alla presentazione e il ritmo. Mentre Falcom è grande a worldbuilding e lo sviluppo del personaggio (su più giochi, non meno), il racconto sarebbe spesso lento a passo di lumaca, offre quasi nulla di nuovo o interessante nel corso di una serie di lunghi slogs. E ‘davvero bello alla fine di imparare la storia dietro classe VII e il suo posto nel mondo, ma spesso volte Cold Steel è più contenuto con la filatura ulteriori strati di intrighi di rispondere alla domanda. Il ciclo gameplay segue questo stesso formato. I capitoli si sentono più formule in natura, in quanto forniscono la possibilità di setacciare dungeon, vi darà un piccolo pezzo di storia, e poi inviare sulla strada giusta per migliorare i legami sociali con la classe. È essenzialmente ripetere questo stesso concetto fino a quando il gioco finisce. Anche tenere a mente che questo è un gioco per PS3 a partire dal 2013, quindi non è esattamente all’avanguardia in termini di fedeltà visiva, in particolare su Vita. Detto questo, non ho avuto grossi problemi di framerate o di prestazioni. Per fortuna, il viaggio vale la compressione. Esplorazione Field è divertente, soprattutto a causa del fatto che la minimappa è effettivamente utile, il design dei livelli sono un po ‘a tempo indeterminato (nonostante la maggior parte costituita da corridoi), e la migliore aggiunta di tutti – si può vedere i nemici sullo schermo prima del combattimento inizia. Mentre c’è ancora uno schermo di transizione tradizionale in una lotta a turni ogni volta, è bello che si può precipitare ultimi nemici indesiderabili, o entrare in contatto con loro da un punto di vista specifico (lato o sul retro) per un vantaggio. Cold Steel ha la caratteristica pulito che non viene utilizzato tutto ciò che spesso sconfiggere dei nemici minori automaticamente senza tempo combatterli sprecare. scalatura XP assicura anche che rettifica sia ridotta al minimo. Una funzione salva-ovunque (compreso Cross-Save attraverso PS3 e Vita) è una bella ciliegina sulla torta. Il combattimento è per fortuna altrettanto concretizzati, con Arts (magia), artigianato (abilità uniche). Queuing un incantesimo porta in primo piano un indicatore utile ad area d’effetto (di solito un cerchio o una linea), che aiuta a taggare quanti più nemici possibile pertinenti. Con 23 gli status, caricare le abilità, e S-break (supers) che possono essere comboed in altre mosse, Cold Steel è ridicolmente vecchia scuola. Mi sento come il partito livello di quattro è spot-on, come è abbastanza grande per facilitare strategie più complesse, ma non così grande che i giocatori saranno sopraffatti. Come molti elementi di acciaio freddo, il sistema di combattimento è funzionale, ma non fa nulla di particolarmente eccitante, e la maggior parte degli scontri non fanno uso della meccanica per il loro pieno potenziale. Per quanto riguarda la personalizzazione statline, che è in gran parte governati da quarzo, che è un sistema piuttosto aperto. Garantisce effetti arti, bonus stat, o anche fuori di campo come il recupero latente HP, simile al sistema Materia di Final Fantasy VII. Elementi di legame e legami sociali sono anche, e il gioco incoraggia la partecipazione. C’è una quantità limitata di Link EXP che segue un principio “use it or lose it”. Di solito non vado per gli elementi sociali in giochi come questo (io preferisco mettere a fuoco loadouts e strategia), ma questo è un modo giusto per incentivare esso. Alcuni personaggi hanno migliorato poteri in combattimento se sono collegati, e aiuta i membri del partito che possono essere scambiati in qualsiasi momento – anche senza prendere una piega. The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel segue un sacco di convenzioni JRPG classici, e, di conseguenza, non fa un sacco di cose che non sono state fatte prima, e meglio altrove. Ma il sistema di combattimento tiene ancora in piedi, ei personaggi sono abbastanza affascinante per vedere la storia attraverso fino alla fine.

Voto: 7

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>