Transport Fever


Trasportare passeggeri, merci che circolano via gomma o via ferro, inviare chiatte attraverso l’acqua, lasciare che gli aerei prendano il volo: ecco in poche parole la filosofia che si cela dietro all’erede del leggendario Transport Tycoon. Questo titolo del 1994 è ancora valido come termine di paragone nei giochi di costruzione e di strategia nel mondo dei trasporti.
Il nostro compito è quello di costruire stazioni ferroviarie e binari, treni di acquisto e per il trasporto di persone. Usiamo il tempo per ciascun mezzo di trasporto. Si comincia nel 1850 in cui il passeggero viaggia con una semplice carrozza trainata da cavalli, fino a molti anni più tardi  su un autobus Volvo sui pendii dell’asfalto urbano.
Come le città crescono, dobbiamo non solo garantire il trasporto dei passeggeri: abbiamo anche bisogno, strumenti e cibo per le aree commerciali e materiali da costruzione, macchinari e carburante per l’industria. Quest’ultima crea nuovi posti di lavoro.
Queste materie prime possono essere prodotte in fabbriche che a loro volta dipendono dalle materie prime. 18 merci differenti, ci uniscono in catene di trasporto con più parti insieme. Esempio: ferro e carbone sono trasformati in acciaio, le conseguenti scorie e il prodotto di scarto viene riutilizzato per i materiali da costruzione.
La produzione aumenta di conseguenza. Le aziende non sono in grado di costruire se stesse e si trovano automaticamente in modo casuale sulla mappa.

Il trasporto di merci avviene su strada (terminale di camion), nella Rete (stazioni di trasporto merci) e, recentemente, anche sopra i corsi d’acqua. Il decollo e l’atterraggio di un Boeing poi sono un vero e proprio spettacolo, anche se, purtroppo, solo i passeggeri possono essere trasportati con i Jumbo.
Soddisfare una singola città e bilanciare tutte le esigenze, può richiedere decine di ore. Specialmente quando programmiamo manualmente ogni linea merci (per esempio, assegnando veicoli merci fisse, invece di averli caricati automaticamente). Nella campagna europea scaviamo ad esempio, la galleria del San Gottardo in Svizzera, aiutando nelle Americhe Nikola Tesla nell’introduzione di energia elettrica o di alcool di contrabbando.
Tra le principali missioni ci sono sempre quest secondarie sempre nuove come scavare il canale di Panama, bonificando le paludi, così sciami di moscerini non tormentano i nostri lavoratori – che altrimenti comporta costi più elevati.
Un altro elemento di novità è la scelta che dobbiamo fare come parte della campagna. Supponiamo che gli indiani, che sono della ferrovia nel modo migliore, per tradizione americana gli scalpi e rompere la loro resistenza? O corrompere? Entrambi hanno conseguenze che dobbiamo considerare.
Inoltre, la campagna aiuta anche a consolidare le basi apprese del gioco nel tutorial, perché gli oggetti sono entro i sette missioni (il tempo di gioco per ogni campagna è di sette-dieci ore) lento complesso. Le missioni da solista sono una vera risorsa.
Graficamente rispetto al suo predecessore  è molto fatto. Nelle case si osservano ulteriori dettagli, davvero bene sono i circa 165 veicoli.
Le prestazioni, in particolare su grandi mappe, è stata migliorata, ma è anche ancora molto giocabile, e questo è un miglioramento importante.
Quindi il gioco ha fatto un passo avanti significativo.

Voto: 9

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>